Trapianto di capelli a Venezia

trapianto capelli VeneziaIl trapianto di capelli prevede il rinfoltimento chirurgico attraverso il prelievo di capelli dove la loro densità sia maggiore, come sulla nuca o ai lati della testa.

Per trapiantare i follicoli piliferi tradizionalmente viene tagliata una parte del cuoio capelluto dalla nuca e viene frammentata in piccole porzioni da impiantare nelle parti dove i capelli sono diradati o non ci sono. Se comunque il rinfoltimento è buono, purtroppo sulla nuca resta una lunga cicatrice orizzontale.

Entrambe le tecniche si realizzano in anestesia locale.In alternativa, la tecnica di estrazione a singole unità follicolari (FUE), consente di prelevare i capelli singolarmente senza lasciare cicatrici visibili una volta normalizzata la pelle. Questo intervento ha maggiori possibilità estetiche perché più preciso, ma maggiori sono anche i tempi chirurgici e di conseguenza i costi.

Il trapianto di capelli è ideale sia per gli uomini che per le donne che soffrono di alopecia androgenetica.

Il trapianto di capelli è l’ intervento di medicina estetica perfetta per chi desidera sconfiggere totalmente la calvizie ottenendo un risultato il più possibile naturale e senza cicatrici. Parliamo di una procedura condotta con il Trilix. Esso è un drill microchirurgico che asporta il follicolo con cura senza creare escissione del cuoio capelluto. Il riposizionamento così raggiunto ha una ottima percentuale di successo e viene realizzato anche per rinvigorire le sopracciglia. E’ di una operazione adatto ad entrambi i sessi.

Prima del trapianto di capelli è necessario sottoporsi a esami specifici appositamente segnati dal chirurgo nella visita di controllo. E’ vietato assumere aspirina o altro medicinale dallo stesso principio attivo onde scongiurare un’emorragia eccessiva durante dell’ intervento. E’ altresì consigliato smettere di fumare o abbattere sensibilmente il numero di sigarette giornaliere in modo da favorire un ritorno del corpo ad una situazione il più favorevole possibile al trapianto. Il chirurgo si accerterà anche della capacità di cicatrizzazione della cute.

Il trapianto di capelli consta nel prelevamento dei bulbi piliferi dalla zona donatrice (di solito la nuca, N.d.R.) che asporta con il Trilix sopra citato, una zolla di cute di un millimetro di diametro dotata di unità follicolari che viene “ripiantata” nella cute dove vi è bisogno di rinfoltire i capelli. I capelli trapiantati cresceranno nella direzione corrispondente a quella della parte di prelievo. La durata dell’operazione oscilla a seconda della parte considerata e della sua grandezza, ma di media un intervento dura tra le due e le tre ore.

Concluso l’intervento di trapianto dei capelli al paziente viene praticato un bendaggio che viene rimosso dopo 24 ore. Fino all’ottavo giorno non ci si può lavare il capo e vengono utilizzate delle garze grasse ed un antinfiammatorio per aiutare la persona a resistere al dolore. Tra gli effetti collaterali che possono verificarsi vi è la cattiva cicatrizzazione, la morte di una parte dei bulbi trapiantati, un risultato non sufficientemente naturale. Il fisiologico progredire della calvizie può inficiare il risultato finale. Le cicatrici lasciate da un simile trapianto si trovano in corrispondenza delle unità follicolari estratte. Sono esteticamente irrilevanti, quasi invisibili.

Il costo di un trapianto di di capelli è ovviamente legato alla parte interessata dall’intervento. Si può valutare con certezza che si parte da un minimo di 3.000€ fino ad un picco massimo di 5.000 €.