La rinoplastica etnica per risaltare la bellezza naturale

0
590

rinoplastica etnicaTra gli interventi più quotati nel mondo della chirurgia troviamo sicuramente quello della rinoplastica che permette di mettere in evidenza tutta la bellezza naturale del naso; anche la rinoplastica etnica ha il medesimo scopo e non si differenzia di molto dagli altri interventi di rinoplastica, oggi ve ne parliamo nel dettaglio.

La rinoplastica etnica (chirurgia estetica del naso delle etnie non caucasiche) si riferisce ad un tipo di intervento chirurgico di rinoplastica  che ha lo scopo di mantenere la bellezza naturale del look etnico visibile proprio nel naso della paziente. Lo scopo principale, perciò, non sarà quello di rendere il naso “occidentalizzato”, giacché in questo tipo di pazienti si verrebbe a creare un risultato finale del tutto artificioso.

Nel complesso, però, è necessario sottolineare che questo tipo di rinoplastica può presentarsi più o meno complessa: ciò è dovuto soprattutto al fatto che il naso nelle diverse etnie si presenta di forme diverse rispetto a quello occidentale, e proprio questa caratteristica potrebbe rendere la procedura più complessa.

Nel caso dei pazienti afro-americani, si ha un naso dalla pelle maggiormente spessa e, quindi, vi è anche una presenza maggiore di tessuto adiposo circostante alla struttura nasale. Da notare, poi, una forma allargata e piatta, mentre le ossa del naso sono abbastanza brevi; va messo in evidenza, poi, che molti pazienti afro-americani si lamentano anche per la larghezza delle loro narici.

Quindi, in cosa consiste l’operazione di rinoplastica etnica in questo caso? Nel paziente viene assottigliato il ponte del naso e dopodiché si cerca di sfruttare la cartilagine; a volte, peraltro, viene aumentata anche la punta del naso. In altre occasioni, invece, è necessario, al fine di evidenziare la nuova definizione, intervenire sulla rimodellazione del tessuto adiposo in eccesso. In occasioni più rare, invece, si interviene anche sulle narici riducendone la forma.

Nei pazienti d’origine asiatica, invece, si denota un naso piccolo con una punta e narici larghe. In questo caso, a differenza delle altre operazioni di rinoplastica, si cerca di intervenire con un aumento o con la ricostruzione del naso in maniera che questo appaia più prominente ed allungato.

 

I pazienti ispanici, invece, si presentano con una pelle più spessa e questa caratteristica conferisce un aspetto molto più impegnativo per la rimodellazione del naso con la rinoplastica.

Il chirurgo in questo caso, cerca di scolpire gli angoli ed i dettagli estetici del naso; nel caso in cui fossero visibili anche delle irregolarità del naso o del ponte dello stesso. Con un intervento di questo tipo, comunque, si cerca di soddisfare le necessità di tutti i pazienti, facendo ritrovare in loro la giusta serenità e fiducia.